Un’impresa sostenibile è un’impresa vincente!

Un’impresa sostenibile è un’impresa vincente!

Il concetto di sviluppo sostenibile è stato definito per la prima volta nel 1987 nel Report Brundtland come lo sviluppo che soddisfa i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i propri.
Negli anni ’90 fu sviluppato il concetto di di “Triple Bottom Line”, noto anche come “Persone, Pianeta e Profitti” (PPP), secondo cui le aziende non dovrebbero concentrarsi solo sui “Profitti”, ma su ciascuna delle tre P, ovvero Persone e Pianeta.
L’agenda 2030 lo descrive come articolato su tre pilastri: quello della sostenibilità ambientale, della sostenibilità economica e della sostenibilità sociale. Il concetto si è evoluto nei fattori ESG, acronimo di Environmental, Social and Governance e sempre più diffusi sono gli investimenti sostenibili e responsabili (Sustainable and Responsible Investing, SRI), grazie ai quali l’impresa risulta meno impattante per l’ambiente e beneficia di una serie di vantaggi come la riduzione di costi gestionali, una miglior accesso al credito, una miglior rapporto con la PA e con tutti gli stakeholder, un aumento della brand reputation, etc …
Anche il sistema finanziario ha fatto proprio il concetto di sviluppo sostenibile tanto che Julia Hoggett, CEO della Borsa di Londra, ha dichiarato: “Il cambiamento climatico è la sfida più urgente della nostra vita. È essenziale che i mercati globali dei capitali, da tempo motori dell’attività economica, si riorientino per agire al servizio del pianeta. Creando soluzioni per dirigere i flussi di capitale in progetti che affrontano la crisi climatica, molti nel Sud del mondo, la Borsa di Londra può fare la sua parte nel sostenere una giusta transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio”.
Dunque, risulta ormai chiaro come la sostenibilità si inserisca pienamente nelle dinamiche gestionali e finanziarie delle imprese, divenendo per quest’ultime un punto di forza e un modo per creare vantaggio competitivo in grado di garantire la continuità aziendale nel medio/lungo periodo.
Di seguito il link ministeriale sull’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
https://www.agenziacoesione.gov.it/comunicazione/agenda-2030-per-lo-sviluppo-sostenibile/